Elisa Baldissera, Moonlight

Elisa Baldissera, Moonlight

concept

Moonlight (high tide)

Moonlight nasce come opera conclusiva di un progetto intitolato Tunabox – arte in scatoletta, dove attraverso tecniche miste (dal disegno, all’incisione sperimentale fino al collage tridimensionale) viene raccontata la mattanza, con i rituali e le tradizioni che nei secoli l’hanno accompagnata.
In Moonlight la luna è racchiusa di una scatola di tonno, bruciata dal fuoco e immersa in un liquido nero, lucido e specchiante, che raffigura il mare ma al tempo stesso rimanda all’universo.
Il sacro e il profano si uniscono, il cielo e il mare si fondono, il buio e la luce si incontrano.
Moonlight rappresenta l’ascesa verso la spiritualità: quella stessa spiritualità che il pescatore raggiunge dopo aver sollevato tonni di un quintale, quando “stremato e con tutto il sangue addosso torna a casa e prega Dio per un’altra giornata così”. Le moderne tecniche di pesca intensiva privano l’uomo dello sforzo fisico, del contatto diretto con l’animale e distruggono a ritmi incessanti interi ecosistemi, incapaci di rigenerarsi e preservare così il lavoro del pescatore.
Non c’è elevazione in questa modernità, non c’è luce, non c’è futuro. Moonlight è un faro da seguire per non sprofondare in acque scure; essa rappresenta la faticosa salita per il raggiungimento dei nostri sogni più splendenti.

Elisa Baldissera

Nasce a Torino nel 1984, dove attualmente vive e lavora. Nel 2009 si laurea con il massimo dei voti all’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino. Nel 2010 vince il concorso “L’indisciplina del Segno” e comincia a lavorare nella Factory Creativa Eggers 2.0, nel ruolo di Visual Artist; lì incontra Luigi Leto con il quale forma il duo artistico EBLTZ (2012).
Dal 2017 EBLTZ collabora con il Laboratorio Tantemani di Bergamo aiutando i ragazzi con diverse disabilità ad esprimere la propria creatività per ottenere oggetti di design. Negli anni ha ottenuto numerosi riconoscimenti artistici, preso parte a mostre personali e collettive e partecipato a fiere d’Arte a carattere nazionale ed internazionale. 

concept

Moonlight (high tide)

Moonlight is  the final work of a project entitled Tunabox, whic is about slaughter , its the rituals and traditions. In Moonlight the moon is enclosed in a tuna box, burned by the fire and immersed in a black, shiny and reflecting liquid. Moonlight represents the ascent towards spirituality: the same spirituality that the fisherman reaches after raising a tuna, when “exhausted and cover by blood on his back he comes home and prays to God for another day like this”. Modern intensive fishing techniques deprive man of effort, direct contact with the animal and destroy entire ecosystems at incessant rates, unable to regenerate and preserve the fisherman’s work. There is no elevation in this modernity, there is no light, there is no future. Moonlight is a beacon to follow in order not to sink into dark waters; it represents the strenuous climb to achieve our most resplendent dreams.

Elisa Baldissera

Elisa Baldissera was born in Turin in 1984. In 2009 she graduated from the Albertina Academy of Fine Arts in Turin. In 2010 she won the competition “The indiscipline of the sign” and began working in the Creative Factory Eggers 2.0 where she met Luigi Leto with whom she formed the artistic duo EBLTZ (2012).